Riccardo Grassi

Vivere delle proprie passioni

navi da crociera

Genova e le crociere

La settimana scorsa, tornando a Genova da un bellissimo week end in barca a vela con cari amici, stavo rientrando in porto e abbiamo incocciato una enorme nave da crociera!

crociera

Ne avevamo vista una anche davanti a Portofino qualche ora prima che faceva scendere i taxi per le escursioni.

Nella mia vita ho sempre pensato che dovrebbero esserci molte più navi da crociera e molti più passeggeri che girino per la nostra città, la animino, la facciano vivere… ma avevo ragione? adesso dico assolutamente no!

Quindi niente crociere a Genova a vantaggio di Savona, Spezia, o qualche altro porto italiano?

Naturalmente no…

credo che le grandi navi da crociera, al di là del mio amore ingegneristico e navale, non facciano al caso di una città come Genova e in generale della Liguria (e dell’Italia?). Perche?

Premetto che non ho nulla contro i croceristi e le crociere, come detto ero in barca a vela… ma risulta evidente che le grandi compagnie di navigazione hanno attuato piani di marketing e strategici sempre più aggressivi, una crociere fino agli anni ’80 era una cosa da ricchi! negli anni ’90, il crescente benessere e le suddette strategie di marketing hanno consentito ai più di permettersi una crociera.

Le navi da crociera sono arrivate ad ospitare migliaia di passeggeri, ben più di bargagli! sono cittadelle del mare, con tutti i comfort e lo sfarzo (non lusso) dei migliori alberghi…a me ricordano un po Las Vegas, che per altro non ho mai visto! I prezzi assolutamente abordabili per un “lusso” che lusso non è… conclusione, si va in crociera “all inclusive” e non si spende molto di più rispetto al budget iniziale.

Quindi? quindi migliaia di turisti a Genova? si forse, arrivano in aeroporto, portati in stazione marittima, e via a bordo! tempo per vedere Genova? zero! soldi spesi? zero, o comunque piuttosto pochi e comunque pochi di questi turisti che si fermano in Hotel cittadini, pochi che cenano nel centro, si certo qualche souvenir, magliette…. diciamo meglio che niente!

Queste crociere arrivano nei porti la mattina, hai due ore per sbarcare, dalle 10 e rientro alle 17… 7 ore (se tutto va bene) per vedere una città come Napoli o Genova? magari mangiando al sacco…

in questo modo non si vende il Brand Genova o Liguria. allora che fare? Niente crociere? no tutt’altro! ma crociere di qualità, che mediamente sono più piccole, con meno persone, più interessate ai posti che visitano, e con costi per persona superiori.

Disponibili magari ad arrivare il giorno prima della partenza a pernottare in un bell’albergo e cenare in un buon ristorante che offre buoni piatti tipici.

fare tutto ciò prevede molte cose, pacchetti interessanti, studiati sulla base delle esigenze dei turisti, accordi tra gli operatori turistici della città, gli armatori e l’amministrazione.

Soprattuto però significa decidere su che turismo puntare e puntare sul turismo. Io non credo che una città importante come Genova debba avere un’unica anima, cieè solo turimo, o solo industria, o solo terziario… ma per fare bene tutte le cose bisogna incentivare attività produttive di un certo tipo a discapito di altri.

La Liguria non è Rimini, che può ospitare pullman e migliaia di turisti a buon prezzo, ma da Rimini dobbiamo imparare organizzazione, innovazione e ospitalità!

alla prossima…

 

 

 

Ti va di aiutarmi? Allora perchè non condividi?

About Me

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *