Riccardo Grassi

Vivere delle proprie passioni

la caduta di fine impero

Berlusconi e la decadenza di fine impero

Non voglio giudicare il discorso di oggi di Berlusconi (18/9/2013)…

La prima considerazione la faccio rispetto allo strumento, un video messaggio… come nel 1994 (20 anni fa!) un video messaggio (per altro con più o meno lo stesso contenuto), uno strumento degli anni 80.

Berlusconi nel 1994 arrivò in politica cavalcando la paura di un partito che non si chiamava PCI da troppo poco tempo (la svolta della bolognina di Occhetto) portando tecniche di comunicazione degli anni ’80. Questo bastò ed è bastato per 20 anni… per farlo vincere. Quelle tecniche semplici ma di impatto, grazie alla TV, allora unico mezzo di comunicazione di massa di rilievo, riuscì a convincere molti per la sua capacità di affabulare, per il messaggio fresco, “innovativo” che sapeva parlare alla pancia delle persone, creando grandi aspettative: “io sono riuscito nel business, riuscirò in politica”… ha fatto passare il PCI e i PDS come coloro che avevano governato 50 anni addossando a quella parte politica tutti i mali dell’Italia…RIUSCENDOCI!

Ovvio di fronte avevano Occhetto, la giosiosa macchina da guerra e gente formata, quando andava bene, alla corte di Berlinguer e Natta, persone serie, ma austere, severe (se ci leggete Guccini…), che dovevano concentrarsi su temi come il Comunismo, la lotta al capitalismo e all’imperialismo… tutto cervellotico veramente austero, e votavi PCI prima PDS e Rifondazione Comunista poi perché ci avevi creduto nel sole dell’avvenire… e questo portava un milione di posti di lavoro e figa a go go e chi cazzo avrebbe dovuto vincere?

Dal punto di vista della comunicazione la sinistra di allora combatteva con arco e frecce e Berlusconi aveva la mitragliatrice!!!

…dopo 20 anni Berlusconi è rimasto li, un milione di posti di lavoro (in meno) e un video messaggio con stessa tecnica di ripresa del 1994, tutto immobile, come in Italia…

decadenzaMi sembra di essere a fine impero, tutto immobile, tutto fermo Berlusconi e la sinistra, incapaci di formulare il futuro, di vedere l’Italia non tra 20 anni, ma tra 1 o 2!

La politica italiana mi ricorda la mamma del Marchese del Grillo quando Roma fu invasa dai Francesi… fermi, immobili… come l’Italia!

e Adesso? Adesso arriva Grillo con il suo amico Casaleggio che con un semplice blog hanno di nuovo sconvolto la politica Italiana: Berlusconi che è rimasto agli anni ’80 con le sue televisioni, la sinistra alla “civiltà del fax” (cito Giovanni Lunardon)

Siamo indietro come le palle dei cani e abbiamo paura della Bestia (n.d.r.: internet), ho sentito dire a esponenti del PD come Franceschini: “non postate perché tutto può essere travisato“… ma sveglia ragazzi!!!

Usare i mezzi di comunicazione non è un problema, il problema è usarli come li usa la maggior parte della gente, dirigenti e sedicenti comunicatori di sinistra!

A presto con il mio prossimo video messaggio 😉

 

 

Ti va di aiutarmi? Allora perchè non condividi?

About Me

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *